la bottega del calciofilo

Parole di calcio di Emanuele Giulianelli (@EmaGiulianelli)

Maradona e la Lego

08-feeldesain-lego-620x350
Il fotografo Balakov ha deciso di reinterpretare le fotografie più famose della storia usando come protagonisti gli omini della Lego.
Calcio e Lego: binomio inscindibile della mia vita da calciofilo.
Perciò vi presento La Mano de Dios, 22 giugno 1986 Stadio Azteca di Città del Messico. Quarti di finale dei Mondiali del Messico, Diego Armando Maradona con il pugno al cielo colpisce il pallone e trafigge Shilton in uscita.
E’ il sesto minuto del secondo tempo e le due squadre sono ancora sullo zero a zero. La tensione è palpabile, visto anche il valore di un match che fa rima con Falkland e con le tensioni internazionali di quegli anni tra i due Paesi.
Steve Hodge, centrocampista classe ’62 originario di Nottingham scodella un pallone a campanile in mezzo alla propria area di rigore. Peter Shilton esce di pugno convinto di colpire la sfera, ma Diego annulla la differenza di altezza tra lui e l’erede di Gordon Banks sollevando il pugno in alto e, così, anticipandolo.
Gol.
Uno dei gol più famosi della storia, come il secondo in slalom, sempre di Maradona, con cui l’Argentina si guadagnerà l’accesso alle semifinali.
Uno dei più famosi, dicevo: sicuramente il più contestato.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: