la bottega del calciofilo

Parole di calcio di Emanuele Giulianelli (@EmaGiulianelli)

San Marino: il ct Mazza lascia dopo 16 anni

mazzaLa sconfitta per 8-0 in casa contro l’Ucraina nell’ultima partita del girone di qualificazione a Brasile 2014 è stata l’ultima anche per il commissario tecnico Giampaolo Mazza.
Il bilancio dell’ultima avventura è stato a dir poco disastroso: 10 partite disputate, 10 sconfitte con 54 gol subiti e uno solo realizzato (da Alessandro Della Valle nell’1-5 contro la Polonia).
Il ruolino di marcia è stato pressoché identico a quello tenuto nel precedente girone di qualificazione a Euro 2012: anche allora 10 sconfitte su 10 e un meno 53 di differenza reti, con 53 subite e 0 realizzate.

Per risalire all’ultima volta che la nazionale di San Marino ha ottenuto un punto in una partita ufficiale bisogna risalire al 2001, quando la squadra di Mazza andò a pareggiare per 1-1 a Riga contro la Lettonia in un match di qualificazione ai Mondiali in Corea e Giappone.

L’unica vittoria della storia del Titano è stata ottenuta proprio sotto la guida del ct dimissionario, il 28 aprile 2004 allo Stadio Olimpico di Serravalle, in amichevole, contro il Liechtenstein, grazie al gol in apertura di Andy Selva, vera e propria leggenda del calcio sammarinese.

Ora è il momento di dare una svolta a una nazionale che ha toccato il fondo: occupa la posizione 207 nel ranking mondiale, con 0 punti al pari di Turks and Caicos e Bhutan. Ma il crollo è stato verticale negli ultimi anni, se si pensa che a settembre del 1993 era arrivata alla posizione 118, dopo lo storico 0-0 contro la Turchia.
Da lì un continuo calo, ma comunque con un assestamento intorno alla 173. Solo nel 2005 San Marino era al numero 155.

Dopo aver raggiunto il punto più basso della sua comunque giovane storia, la nazionale di San Marino ha bisogno di scelte nuove: puntare sui giovani, cercare di giocare più partite per migliorare l’intesa e abituarsi al livello internazionale. Inoltre la Federazione dovrebbe puntare a sviluppare progetti di partnership con società calcistiche italiane (anche si Serie A e B) per far crescere i suoi giovani nei vivai di squadre importanti, in modo da farli entrare in contatto con il calcio di alto livello e, così, crescere e migliorare.
Le premesse per far bene in futuro, comunque, ci sono: basti pensare che un mese fa la squadra Under 21 ha ottenuto la sua prima vittoria contro il quotato Galles. La strada è quella.
In bocca al lupo, San Marino!

Emanuele Giulianelli

@EmaGiulianelli

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “San Marino: il ct Mazza lascia dopo 16 anni

  1. Francesco in ha detto:

    Evidentemente Lei non conosce la realtà di questa piccola Nazione.. Intanto mi presento, mi chiamo Francesco e sono membro della Brigata Mai 1 Gioia – Supporters Nazionale San Marino, e Le posso confermare che quello che sta dicendo è irrispettoso nei confronti di una Nazionale che pratica un calcio di livello molto inferiore a quello a cui tutti sono abituati a vedere, infatti il Campionato interno è la Lega Nazionale Dilettanti, e i giocatori sammarinesi all’estero giocano nei campionati italiani inferiori e l’unico professionista è Mirko Palazzi, laterale del Cosenza in seconda divisione di Lega Pro. E quelli che si vedono in campo sono persone che nella vita reale sono studenti, operai, commercialisti, impiegati, non sono corrotti stra-pagati come si vede nelle squadre principali europee. In più nell’UEFA è quasi impossibile che a San Marino capiti un’avversaria abbordabile, cioè in questo continente competono le migliori nazionali a livello mondiale; per fare un paragone si pensi che le Isole Vergini britanniche, che non vincono una partita nemmeno se dovessero corrompere arbitro, guardalinee e giocatori avversari, giocano però contro i vicini Stati Federati di Micronesia quando vogliono, e vincono, alzandosi così di ranking, a San Marino i giocatori devono chiedere le ferie per giocare in settimana, e questo li rende persone più serie di quelle che vediamo in televisione e che tutti voi commentate. La realtà del calcio sammarinese è questa, e a me e ad altre (seppur poche) persone piace, perchè si vedono ragazzi che giocano a calcio per vera passione e non per prendere milioni all’anno, ed è anche per questo che la tifiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: