la bottega del calciofilo

Parole di calcio di Emanuele Giulianelli (@EmaGiulianelli)

Jaconi: «Louis mi ha copiato Io nel ’96 feci la stessa mossa»

jaconi2Da Il Messaggero in edicola oggi, 7 luglio 2014, la mia intervista a Osvaldo Jaconi.

ROMA La sostituzione del portiere all’ultimo minuto dei tempi supplementari in vista dei calci di rigore non è un inedito nella storia del calcio. Sabato 22 giugno 1996, stadio Zaccheria di Foggia: Castel di Sangro e Ascoli si contendono un posto tra i cadetti nella finale playoff di C1. Zero a zero al termine dei novanta minuti regolamentari e dei supplementari. Al 119’ l’allenatore dei sangrini Osvaldo Jaconi sostituisce il portiere Roberto De Juliis con il trentatreenne Pietro Spinosa che è anche il suo preparatore. Spinosa para il rigore decisivo e regala al Castel di Sangro una storica promozione in Serie B.
Osvaldo Jaconi, cosa ha provato nel vedere il cambio di van Gaal?
«Ho pensato che qualcuno aveva precorso quella mossa e ho sorriso al pensiero».
Ci racconta, dopo quasi 20 anni, come nacque quell’idea?
«Durante gli allenamenti ero solito provare i calci di rigore, avvicendando spesso tiratori e portieri. Nei giorni precedenti la finale, Spinosa mi era sembrato più pronto di De Juliis. Così pensai di riservarmi una sostituzione per cambiare il portiere qualora si fosse arrivati all’epilogo dei rigori. Avevo quindi già messo in preventivo il cambio, come van Gaal».
Non c’è il rischio che ora il titolare Cillessen si senta demotivato o delegittimato?
«No, tutto ritornerà come prima: è giusto che il titolare riprenda il suo posto. Se ci fosse stata un’altra partita dopo quella con l’Ascoli avrei di nuovo schierato De Juliis».
In che rapporti è ora con De Juliis? Lui ha compreso la sua scelta?
«Sì, l’ha accettata subito. Oggi, quando ci sentiamo, ricordiamo quanto accaduto e ne ridiamo insieme».

Emanuele Giulianelli
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Jaconi: «Louis mi ha copiato Io nel ’96 feci la stessa mossa»

  1. Mi ricordavo che avevi raccontato quest’episodio nel tuo libro, infatti quando ho saputo della mossa di Van Gaal ho pensato subito a te.
    Riguardo alle possibili ripercussioni a cui hai accennato nella penultima domanda, è una domanda a cui è impossibile rispondere: bisognerebbe conoscere il carattere di Cillessen. Comunque, credo che Van Gaal non avrebbe fatto quella mossa se pensasse che il portiere dell’Ajax avrebbe potuto risentirsi o subire un contraccolpo a livello psicologico. O forse Van Gaal aveva deciso di puntare alla vittoria costi quel che costi, e se Cillessen se ne prende a male problemi suoi.
    Nota off topic: vendete Benatia a tutti i costi. 40 milioni per un difensore, ma quanno ve ricapita? : )

  2. Mi fido di quanto pensa Jaconi, poi è chiaro che ogni portiere ha la sua psicologia.
    PS Benatia a 40 io lo incarto e glielo porto personalmente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: