la bottega del calciofilo

Parole di calcio di Emanuele Giulianelli (@EmaGiulianelli)

Archivio per il tag “Palermo”

Lazaar «Con Iachini abbiamo scritto la storia, la squadra segue l’allenatore, presto vedrete i risultati»

LazaarDa La Gazzetta dello Sport edizione Sicilia del 13 ottobre 2014

«Il Palermo si rialzerà con Iachini»
Lazaar «Con lui abbiamo scritto la storia, la squadra segue l’allenatore, presto vedrete i risultati»
Due anni fa si parlava di lui come del nuovo Gareth Bale: oggi Achraf Lazaar è uno dei giocatori più interessanti del Palermo, anche se in questo inizio di stagione ha stentato a trovare spazio. Il terzino si trova in ritiro con la nazionale marocchina in vista dell’amichevole di oggi contro il Kenya, dopo aver vinto 4-0 giovedì scorso contro la Repubblica Centrafricana. «Sono in Marocco, concentrato sulla nazionale. Non so nulla di quello che succede a Palermo, ma penso che i ragazzi si stiano preparando bene per tornare sulla strada giusta».
Questa è una stagione particolare per lei.
«Sì, deve andare bene. Se Dio vuole».
È la sua grande occasione?
«No, ma è uno dei gradini che devo ancora salire. Bisogna mettere sempre tanta testa in questo lavoro per arrivare in alto».
Cosa pensa di Iachini?
«Mi piace molto come allenatore e mi ha insegnato tanto anche se lo scorso anno sono arrivato a gennaio».
Non è facile lavorare con Zamparini: voi sentite molto questa pressione?
«Penso che noi ragazzi siamo professionisti e sappiamo bene come comportarci. Noi pensiamo solo a lavorare in campo e a dare sempre il 100%: il resto non conta, sono solo parole buttate al vento».
Quindi l’atteggiamento del presidente non vi influenza?
«Il presidente ci sta sempre vicino e ci carica, non penso che farà mai qualcosa che possa andare contro la squadra o danneggiarla in qualsiasi modo».
In questo inizio di stagione siete stati anche sfortunati.
«Quando le cose non vanno bene, nessuno è contento. Ma noi stiamo lavorando duramente per far passare questo brutto incubo. Sono sicuro del mio valore e di quello dei miei compagni, credo nella mia squadra. Usciremo da questo momento difficile, ne sono convinto».
Qual è il vostro obiettivo? La vostra rosa, sulla carta, può puntare a qualcosa in più di una semplice salvezza .
«Prima dobbiamo salvarci e poi potremmo pensare al resto. Dobbiamo salire un gradino alla volta. Ognuno di noi vorrebbe poter rispondere che vuole il massimo ma purtroppo in questo momento non è facile. Sono sicuro, però, che alla fine otterremo quello che meritiamo. Ora dobbiamo solo dimostrarlo in campo, visti i recenti risultati».
Il suo obiettivo personale?
«Ho tanti sogni nel cassetto: prima di tutto salvarmi con il Palermo disputando una grande stagione; poi, visto che c’è la coppa d’Africa, vincerla soprattutto perché si svolgerà in Marocco. Con la rosa che abbiamo non possiamo nasconderci».
Un’ultima domanda: crede che Iachini sia a rischio esonero?
«Spero di no. Ci teniamo tutti a lui, insieme abbiamo fatto la storia».
EMANUELE GIULIANELLI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lores Varela trail went cold for Leeds

LoresUntil yesterday Ignacio Lores Varela seemed to be a target for the new Leeds of Massimo Cellino and Nicola Salerno.
But now he doesn’t seem anymore to interest a lot to the club of mister Hockaday.
It’s more probable that Palermo will find a club to loan Lores Varela in Italian Serie B.

Emanuele Giulianelli

Kasami exclusive: “My future at Fulham? Call Mino Raiola”

pajtim-kasamiMy exclusive interview to Pajtim Kasami, born 1992 in Macedonia, but player of Switzerland national team, midfielder of Fulham. Seventeen match played with the team of Craven Cottage and three goals scored.
How do you rate your experience at Fulham?
“Positive on one side, negative on the other one. Too many changes, three coaches, new president: a very heavy situation, for me and for my teammates”.
None expected the relegation at the starting of season. Which were the reasons, in your opinion?
“As I told before, too many changes. I would have preferred to stay with one coach”.
You had a good squad on paper, especially concerning attack: what did lack?
“Yes, on paper we were a strong team, but you have to demonstrate it in every match and on the training field. Furthermore on January a lot of important players went away”.
Had Magath any fault? Or any merit?
“Please, move on. I don’t answer to this one”.
For you, personally, how was this season?
“Up and down: I had tree coaches; with Martin Jol until January for me it went very good. After that, with the turnover of managers, I lost a bit the rhythm. But, if I had to make a balance sheet, I have played a lot this year, and for a young player as me is a very important thing to have continuity; but changes are always difficult”.
Is it true that in January you have been very close to Hellas Verona, in Italian Serie A?
“No, it isn’t”.
Palermo has been promoted in Serie A: what’s your impression?
“I feel a very big affection for that team. I’m happy for Palermo’s supporters: I did my debut in Serie A when I was eighteen wearing that shirt, and the team will always remain in my heart. I’m very happy for Zamparini, their president, too”.
What about your future? Will you remain at Fulham?
“Call Mino Raiola, my agent, for it. I’m only twenty-one, my future is open”.
Do you expect to go to the World Cup in Brazil with Switzerland?
“I’m on the list of thirty players: let’s see what will happen from now until the 3rd of June. For me it would be a dream to play in a World Cup, as for every football player”.
Last question: are you sorry you lost the “Goal of the season” prize?
“I regret more that Fulham has been relegated”.

Emanuele Giulianelli
@EmaGiulianelli on Twitter

Samir Ujkani: “Kosovo, una scelta di cuore”

ujL’appuntamento con la storia è fissato per le ore 15:00 di oggi a Mitrovica: il Kosovo sfida Haiti nella prima amichevole ufficialmente riconosciuta dalla Fifa.
In campo il portiere del Palermo, Samir Ujkani.

Che significato ha questa partita?
“E’ un momento davvero emozionante. I diciottomila biglietti disponibili sono stati venduti in sole 2 ore, a fronte di quasi centomila richieste! Il popolo kosovaro vive per il calcio. Pur non avendo strutture adeguate, la Federazione in sessanta giorni è riuscita a rifare da capo lo stadio di Mitrovica, dalle tribune agli spogliatoi.
Da quando, a dicembre, abbiamo saputo che avremmo potuto finalmente giocare partite approvate dalla Fifa, hanno iniziato a sistemare l’impianto: è venuto bene, è davvero bello. Oltretutto oggi sarà pieno, un vero spettacolo”.

E per lei personalmente?
“Ho fatto una scelta di cuore. Mi sono sentito di farla e così ho accettato la convocazione: di questo ringrazio il Palermo e la Federazione”.

Qual è il vostro obiettivo?
“In nazionale sono molto organizzati, hanno molta voglia e l’obiettivo è essere accettati ufficialmente per poter disputare le qualificazioni europee e mondiali. Dico la verità, la voglia che ho visto qui non l’ho trovata da nessuna parte. Io gioco a Palermo, una piazza davvero calda; ma qui la passione dei tifosi, l’attaccamento, è dieci volte superiore. E’ incredibile:in Kosovo le persone non hanno niente, ma per il calcio sono pronti a tutto”.

I grandi nomi, Behrami, Dzemaili e gli altri, si uniranno a voi?
“E’ presto per dirlo. Sono scelte personali, comunque. Per il momento devono pensare ai Mondiali da disputare con la Svizzera, poi si vedrà. Per ora l’importante è che la Federazione e la squadra crescano: ogni volta è un passo avanti per noi”.

Emanuele Giulianelli

Dove può arrivare il Trapani? Stasera a 360° di Sport su TSE

LaB_EmanueleGiulianelliE’ la domanda che si stanno ponendo tutti gli appassionati di Serie B e, in particolare, i tifosi siciliani.
Due pareggi e due vittorie, l’ultima il roboante 4-0 a spese della Reggina; squadra imbattuta, bel gioco, un allenatore serio e preparato come Boscaglia, una squadra ricca di giocatori che hanno fame. Questo è il ritratto della matricola terribile che sta sconvolgendo i pronostici estivi sul campionato cadetto.

Come potete leggere dall’articolo su Misilmeri News, questa sera alle 20:30 su Telescouteuropa TSE a “360° di Sport” all’interno della mia rubrica sulla Serie B, come ogni lunedì,  approfondiremo proprio il tema della neopromossa vera e propria rivelazione di questo inizio campionato.

Come potete seguire la trasmissione? Facilissimo.
Basta cliccare su questo link: TSE – Telescouteuropa per seguire la diretta in streaming.

Solo ed esclusivamente i residenti nella regione Sicilia possono seguire il programma anche sui canali del digitale terrestre 199 e 667.

La mia rubrica è prevista per le ore 21:12.

Stasera in TV per parlare di Serie B

LaB_EmanueleGiulianelli
Parte questa sera su TSE – Telescouteuropa la stagione di “360° di sport”.
Da quest’anno una nuova rubrica: “La Serie B di Emanuele Giulianelli“.
Andrà in onda tutti i lunedì dalle 20:30 alle 21:30.

La trasmissione inizierà alle 20:30 e potrete seguirla in streaming a questo link:
TSE – Telescouteuropa

Solo gli amici residenti in Sicilia potranno vedere il programma sul digitale terrestre, canali 199 e 667.

Per me è un grande onore essere stato scelto da una televisione siciliana, per di più di Misilmeri in provincia di Palermo, per parlare di Serie B proprio nell’anno in cui il Palermo si trova a disputare il campionato cadetto.

Spero che avrete la pazienza di seguirmi.
Il mio intervento è previsto intorno alle 21:10.

@EmaGiulianelli

Neanche i mostri sacri del calciomercato!

Soddisfazioni da calciofilo. A proposito, una delle droghe più usate dai calciofili si chiama calciomercato!!!

 

Attenzione, provoca assuefazione!

@EmaGiulianelli

Repliche

logo-3601Per chi avesse perso la mia intervista televisiva andata in onda ieri sera su TeleScoutEuropa, nella trasmissione “360° di sport” condotta da Valentino Pietro Sucato, ecco gli orari delle repliche:

martedi ore 16:00
giovedi ore 16:00
sabato ore 14:00 

Abbiamo parlato di #SerieB a 360°, con analisi, pronostici, delusioni e sorprese e qualche chicca di mercato!

Trapani: 138!

trapani-calcio2Dopo la promozione ottenuta vincendo il girone A della Prima Divisione, il Trapani sarà la squadra numero 138 a partecipare al campionato di #SerieB.
Sarà la settima squadra siciliana a prendere parte al campionato cadetto dopo Acireale, Catania, Licata, Messina, Palermo e Siracusa.
La cavalcata del Trapani è stata straordinaria se si pensa che fino al 2010 la squadra granata militava in Serie D.
Il segreto di questa storica promozione? La programmazione.
Normalità, di cui c’è bisogno al giorno d’oggi.

Navigazione articolo