la bottega del calciofilo

Parole di calcio di Emanuele Giulianelli (@EmaGiulianelli)

Archivio per il tag “Udinese”

Vydra’s agent interview: full text

matej-vydra-watfordMister Chovanec, Observer wrote about that possible deal. Any chance about it?
“Vydra is a player of Udinese Calcio, in Italy: thay are Matej’s owners. He has the qualities to play in a top level team, so I prefer to show what he can do in a top competition”.
Do you think that Udinese will aggregate him to first team?
“I don’t know. Vydra believed to play with Udinese last year but he never had a chance to do it. All will depend on head coach”.
What about his experience at WBA?
“He thinks it was good for him. He’s mentally much stronger now, prepared to fight in order to become a real football star. If he had made preparation with WBA last summer it would have been much better for his start in England, even if he got injured for 2 months. He would have played immediately and scored much more goals. Anyway, he made important points for the club”.
And what does he remember more of Watford?
“Gianfranco Zola was a special coach for him”.
Guidolin was too? Or will be?
“Guidolin never put him on field last year, but it’s his responsibility to choose players. I think Vydra could have played easily this season in Udine, in first team. He has no problem with Guidolin, Vydra says that he is a very good coach”.
Does Matej prefer to play in Italy or in England?
“He prefers to play in a First Division team, Serie A or Premier League is the same for him”.

Emanuele Giulianelli
@EmaGiulianelli
Emanuele.giulianelli@gmail.com

Annunci

Angella, il difensore con la valigia: da Udine all’Inghilterra

Da Il Messaggero del 17 febbraio 2014

Angella
Angella, il difensore con la valigia: da Udine all’Inghilterra

L’INTERVISTA
ROMA Il Watford del presidente Pozzo era partito, a inizio stagione, con l’obiettivo di vincere il campionato di Championship, l’equivalente della nostra serie B, e arrivare in Premier League. Dopo un buon inizio, la squadra ha subito un crollo nelle prestazioni: Zola è stato esonerato e al suo posto è arrivato Sannino.
Una nota positiva, però, c’è. Si tratta di Gabriele Angella, 24 anni difensore centrale nativo di Firenze. Lo scorso anno a Udine ha realizzato ben 4 reti in 14 presenze in Serie A: nella stagione in corso è già a quota 5 in campionato. Il suo fisico imponente (1,91 m per 82 kg) fa di lui un giocatore perfetto per il calcio inglese.
Come giudica questa sua prima parte di stagione in Inghilterra?
«Penso di aver fatto bene, ma devo continuare a lavorare duro per migliorare giorno dopo giorno».
Come spiega i problemi che ha avuto il Watford?
«Questo è un campionato molto più difficile della serie B italiana, a livello di qualità e di ritmo di gioco: non c’è paragone. Rispetto alla squadra dello scorso anno ci sono stati molti nuovi innesti e c’è voluto tempo per adattarci a questa nuova realtà. Le qualità per puntare in alto, però, ci sono e, visto il terreno perso in classifica, ora dobbiamo fare più punti possibili per agganciare il sesto posto».
Cosa è cambiato nel passaggio in panchina da Zola a Sannino?
«Eravamo partiti bene con Zola, poi c’è stato un calo di prestazione dovuto comunque a noi giocatori. Forse la presenza di troppi italiani ha cambiato la mentalità del Watford dello scorso anno che con Zola fece benissimo. Sannino ha portato un nuovo tipo di gioco e una nuova mentalità: siamo più compatti, abbiamo un calcio più italiano».
Come vivono i tifosi inglesi il fatto di avere una squadra in gran parte italiana?
«Non è una bella cosa quando c’è una squadra piena di stranieri: ma se uno dà sempre il massimo in campo, i tifosi lo accolgono bene a prescindere dalla nazionalità. Ed è quello che sta accadendo a me».
Alla nazionale azzurra ci pensa?
«Per giocare in nazionale devo arrivare prima in serie A o in Premier League: sono un ragazzo che vuole fare le cose gradualmente e penserò alla maglia azzurra solo il giorno in cui riuscirò a far bene in un campionato di massima serie».

Emanuele Giulianelli
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Totti 15 anni da Capitano

9899RomaUdinese_01_af

15 anni da Capitano, con la C maiuscola.
Il tabellino di quella storica partita:

31 ottobre 1998 ore 20:30
7a giornata

ROMA-UDINESE 4-0
ROMA: Chimenti, Aldair, Petruzzi, Zago (27′ st Candela), Wome, Tommasi, Di Biagio (27′ st Alenitchev), Di Francesco, Paulo Sergio (43′ st Frau), Delvecchio, Totti.
A Disposizione: Campagnolo, Dal Moro, Gautieri, Bartelt.

UDINESE: Turci, Bertotto, Calori, Pierini, Navas (1’st Bachini), Giannichedda, Walem (13’st Appiah), Pineda, Amoroso (13’st Sosa), Locatelli, Poggi.
A Disposizione: Wapenaar, Bisgaard, Gargo, Zanchi.

Arbitro: Messina di Bergamo.
RETI: 45′ pt Di Francesco, 7′ st Totti, 16′ st Paulo Sergio, 25′ st Totti (r).
NOTE: Ammoniti: Pineda, Giannichedda, Navas, Angoli: 12-5 Spettatori: 48.038.

Chiedi chi era Borgonovo

Stasera Firenze saluterà Stefano Borgonovo, a 70 giorni dalla sua scomparsa.

Il comunicato ufficiale della Fiorentina e del Museo Fiorentina recita: “ACF Fiorentina e Museo Fiorentina organizzano una Santa Messa in memoria e suffragio di Stefano Borgonovo che si celebrerà a Firenze presso la Basilica di Santa Maria Novella domani Giovedì 5 Settembre ore 18.30“.

Io, insieme a voi, voglio salutarlo e ricordarlo alla mia maniera: da calciofilo.
Un centravanti: questo era Borgonovo. Nella più classica accezione del termine: alto, sempre in area, lunghe leve, ma passo leggero e grande stacco di testa.
Acrobata, come è chiaro dai suoi gol in rovesciata, spalla perfetta e terminale offensivo ideale per qualsiasi fantasista. Chiedere a Roberto Baggio per conferma.

Dal Como di Dan Corneliusson, portato ai suoi massimi storici, con una stagione in B alla Sambenedettese, per arrivare a Firenze, con le sue gesta forse migliori, sicuramente più apprezzate e ricordate. La parentesi Milan e quel gol ai supplementari contro il Bayern Monaco, con il baffuto Aumann beffato e la finale di Coppa dei Campioni guadagnata. Coppa poi alzata al cielo in una notte viennese con la ruota del Prater sullo sfondo.

L’Italia, con tre presenze. Poi Pescara, Udine, Brescia e ancora Udine.
Prima della stronza, come la chiamava lui, il tempo di insegnare calcio ai ragazzi, fino alla Primavera, nel punto di inizio: Como.

Mi piace ricordarlo così.
Vi lascio con il video di tutti i suoi gol in Serie A.
Riposa in pace, Stefano.

Two little questions to Giaretta about Watford

A little interview with Cristiano Giaretta, Udinese sport director.

ranDear mister Giaretta, Torje, Ranégie, Sissoko, Neuton and Geijo are players that Udinese needs to sell in the last days of transfers season. Will any of them go to Watford?
“For now it’s not true”.
Is it true that Mathias Ranégie is near to Malmoe?
“The same answer as before”.

Emanuele Giulianelli
@EmaGiulianelli

Giaretta: Vydra to WBA

udinAn email arrived this morning at 8:59:
“Goodmorning, yesterday evening we formalized the transfer of Vydra on loan to WBA.
Have a nice day
Cristiano Giaretta”

Cristiano Giaretta is Udinese sporting director.

@EmaGiulianelli

Udinese sporting director on Vydra and WBA: “No medical!”

A letter from Cristiano Giaretta, sporting director of Udinese:

“Buongiorno Emanuele,
per noi è ancora prematuro parlare di Vydra con queste certezze che invece stanno circolando.  Abbiamo un discorso aperto ma non ha sostenuto le visite mediche.
Grazie.”

In English:

“Hello Emanuele,
for us it is still premature to talk about Vydra with these certainties that are circulating instead. We have an open discourse but he had no medical tests.
Thank you. ”

Because I love to do information, no gossip.

@EmaGiulianelli

“Vydra? Didn’t sign for WBA!”

wbaA lot of news on the press in this days about an imminent signing of Matej Vydra for West Bromwich Albion.
I tell you immediately that it’s not true.

I’ve interviewed mister Ondrej Chovanec, Vydra’s agent, and he told me a lot of very interesting things.

Anything true about Vydra signing with WBA?
“He didn’t sign for WBA!”

Will he do it?
“He can sign anywhere if Udinese will make an agreement with another club, and if we agree of course. It depends on the conditions for the player”.

So it’s not true he already had medical with WBA?
“I don’t know how could it be possible. He is with Czech Republic national team preparing for the match against Hungary”

@EmaGiulianelli

Vydra? “No news”

Marca

promociones-marca-E anche Marca, il popolare quotidiano sportivo spagnolo, sul suo sito web parla della “Bottega del calciofilo“.
Il giornalista iberico Juan Prieto ha citato il mio articolo sulla situazione dell’impero dei Pozzo (LINK).

Potete leggere l’articolo di Marca qui.

Il pezzo è stato ripreso anche da Udineseblog qui

@EmaGiulianelli

Navigazione articolo