la bottega del calciofilo

Parole di calcio di Emanuele Giulianelli (@EmaGiulianelli)

Archivi per il mese di “dicembre, 2013”

Ho parlato con Sanabria

sanabriaGASPORT (E. GIULIANELLI) – Antonio Sanabria ha finalmente parlato. E già questa è una notizia, visto che sul talento 17enne del Paraguay si è scritto molto nelle ultime settimane, senza però mai avere una sua dichiarazione sulle tante voci di mercato che lo riguardano. Il calciatore in forza al Barcellona B è stato accostato soprattutto a Roma e Arsenal, che vorrebbero convincerlo a lasciare la Spagna già a gennaio. C’è una clausola rescissoria di 3,6 milioni di euro da pagare ai catalani per avere Sanabria, che ha già esordito con la nazionale maggiore del suo Paese e Sabatini è pronto a versarla.

In bilico Ma c’è da convincere il giocatore che, intanto, ha rifiutato qualsiasi proposta di rinnovo da parte del suo club. Dopo le dichiarazioni del suo procuratore e le voci dei tabloid inglesi che lo vedono più vicino ai giallorossi che alla squadra di Wenger, lo stesso Sanabria a domanda diretta se avesse già raggiunto un’intesa di massima con la Roma o con l’Arsenal ha risposto categoricamente: «Non ho firmato niente, non ho accordi con nessuna squadra». La partita, quindi, è ancora aperta e la Roma è pronta a giocarla fino in fondo.

Emanuele Giulianelli

RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Once it was Yugoslavia

Jugo

Buon Natale a tutti voi!

futbollllUn Dio che si fa uomo, un vagito che tenta di farsi sentire nel frastuono del mondo.
Questo è Natale, ritrovare una dimensione che ci sia più congeniale, che sia più a misura di creatura e non di creatore, per ritrovare la bellezza di ciò che sembra piccolo (ma piccolo non è) come quel bimbo che giace in una mangiatoia in un paesino sperduto del Medio Oriente.
E’ l’augurio che faccio a tutti voi, che questo Natale possa essere un momento di pace e serenità, che possa diventare per noi una regola di vita e non una piccola parentesi di un giorno in un anno di affanni.

Buon Natale da Emanuele Giulianelli

Heitinga: «Se Garcia chiama, sono pronto»

53732da La Gazzetta dello Sport del 24/12/2013 Ed.Roma

Heitinga: «Se Garcia chiama, sono pronto» «Dopo le esperienze in Spagna e in Inghilterra, mi piacerebbe l’Italia» 

John Heitinga, 30 anni compiuti da poco, olandese, difensore centrale e colonna della nazionale «oranje» con 87 presenze e 7 reti all’attivo, è uno dei principali obiettivi della Roma per rinforzare il reparto arretrato giallorosso. Il contratto di Heitinga con l’Everton, dov’è arrivato nel 2009 dopo un anno all’Atletico Madrid, è in scadenza a giugno e il giocatore non sembra intenzionato a rinnovarlo. L’impressione è che l’arrivo del possente difensore sia legato alla situazione di Nicolas Burdisso: se l’argentino decidesse di andar via, Heitinga diventerebbe un giocatore della Roma già dal prossimo gennaio.
Si dice che ci siano diverse squadre italiane interessate a lei: è vero?
«Non c’è nulla di ufficiale: sono in scadenza a giugno e ci sono grosse possibilità che io vada via».
Che cosa può dire dell’interessamento della Roma?
«Se ne parla molto. Credo che entro questa settimana dovremmo sapere qualcosa di più concreto. Anche io sono in attesa».
Le piacerebbe giocare in Italia?
«Sì, ho giocato in Spagna e in Inghilterra e mi piacerebbe provare anche l’esperienza italiana».
Che opinione si è fatto della squadra di Garcia, che tanto sta brillando in Serie A?
«Stanno facendo davvero bene in questa stagione. Ci gioca il mio compagno di nazionale Kevin Strootman che sta disputando un ottimo campionato. La squadra è ancora imbattuta e ha un rendimento sorprendente».
Se dipendesse da lei, sceglierebbe la Roma?
«Ci sono alcune squadre della Serie A interessate a me. Io sto aspettando notizie ufficiali dai miei procuratori. Certo, la Roma è una delle squadre migliori che ci siano in Italia: se l’interessamento è serio ne parleremo di sicuro entro i prossimi giorni».

Emanuele Giulianelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Forestieri and his farewell to Zola

Fernando Forestieri has published a very moving post on his Facebook profile. For how I love the true football, the one made up of feelings and emotions, I want to share it with you all.

Here it is:

Nandoooo

Casablanca: suonala ancora, Sam!

Suonala

Casablanca, mitico film del 1942 con Humphrey Bogart e Ingrid Bergman.
Il film è passato alla storia anche per la frase (in realtà mai pronunciata) di Ilsa Lund Laszlo (Ingrid Bergman) che si rivolge al pianista dicendogli: “Suonala ancora, Sam!”.

Il Raja Casablanca ha sorprendentemente superato le semifinali della Coppa del Mondo per clubc he si sta svolgendo proprio nella capitale marocchina in questi giorni: contro ogni pronostico gli africani hanni infatti vinto per 3-1 contro l’Atletico Mineiro di Ronaldinho.
Ora li attende il Bayern Monaco in finale. Magari Sam suonerà di nuovo la stessa canzone.
E anche se non lo facesse siamo stati contenti di ascoltarla almeno una volta.
Da calciofili.

Darko Zoric: “Mi piace il Milan. La Juve? Non ne so niente”

zoricdIn questi giorni sul web sono rimbalzate voci di interessamento da parte di grandi squadre europee per il giovane talento montenegrino Darko Zoric.
Nato nel 1993, milita nel FK Čelik Nikšić come centrocampista. Si è parlato per lui di Inter, Juventus e Borussia Dortmund.

Ho il piacere di avere Darko ospite nella mia bottega.

Che tipo di giocatore sei?
“Gioco a centrocampo, mi piace molto servire assist, ma non disdegno il gol. Uso soprattutto il piede sinistro”.

Ci sono molte grandi squadre interessate a te, me lo puoi confermare?
“Sì è vero. Lo scorso anno c’erano parecchi club europei che chiedevano di me, ma quest’anno sono molti di più. Ma la finestra di calciomercato è chiusa quindi non posso parlare delle singole trattative”.

Inter e Juventus, cosa c’è di vero?
“L’Inter mi ha cercato lo scorso anno. Della Juve non so nulla”.

Ti piacerebbe giocare in Italia?
“E’ il mio più grande desiderio. Mi piace molto il Milan”.

Hai avuto contatti con altre squadre italiane?
“No”.

Come si spiega il boom di talenti dal Montenegro?
“Siamo una fucina di grandi giocatori: da Djorjevic a Jankovic, da Alic a Kosovic, fino ad arrivare a me. Molti già giocano nelle grandi squadre europee. Il Montenegro è una piccola nazione, ma ha prodotto campioni come Dejan Savicevic, che oggi è il nostro presidente federale, o Mirko Vucinic che rappresenta per me un modello da seguire”.

Emanuele Giulianelli

Intervista a Forza Roma

forza-roma.comL’amico Matteo Vitale di Forza Roma ha chiesto di intervistarmi. Ne è uscita fuori una bella chiacchierata che potete leggere integralmente al link qui sotto:

“L’ora del mercato”, appuntamento con Emanuele Giulianelli

Watford: what’s up?

watford_zola_gettyAt the end of September, Watford seemed to be one of the favorite team to be promoted in Premier League.
But something has happened since the last winning match of October 5th.
9 matches without any victory.

The question is simple. Watford, what’s up?

A giugno arriva Radonjic, astro nascente della nazionale serba

nemanja-radonjic-foto-fejsbuk-400x352(da Il Messaggero del 14/12/2013 – E.GIULIANELLI) ROMA – Nemanja Radonjic, attaccante serbo di 17 anni, ha scelto la Roma. Al suo attivo ha già 6 presenze e 5 reti all’attivo con la nazionale under 17 ed è già nel giro dell’under 19. Fino a poco tempo fa era stato seguito anche dallo staff di Mihajlovic nell’ottica di una futura convocazione con la rappresentativa maggiore.
Nenad Sakic, vice di Sinisa nella Serbia e, oggi, alla Sampdoria, lo descrive così: “Un grandissimo talento, giocatore che fonde qualità e capacità tecniche notevoli. La sua posizione ideale è attaccante a sinistra”.
La vicenda di Nemanja è particolare: all’inizio della stagione in corso si allenava regolarmente con la prima squadra del Partizan Belgrado, fino a quando gli è stato proposto di firmare un contratto da professionista. Lui, da sempre tifoso degli storici rivali della Stella Rossa, ha rifiutato ed è stato rimandato nelle formazioni giovanili. Dallo scorso settembre è finito nel mirino della Roma che ne ha seguito le vicende contrattuali fino a sferrare l’assalto finale. Radonjic ha trascorso gli ultimi giorni a Roma, ospite del connazionale Adem Ljajic, e ha accettato la proposta giallorossa: a giugno diventerà a tutti gli effetti un calciatore della Roma. Al Partizan verrà riconosciuta solamente un’indennità di formazione. Probabilmente il ragazzo verrà mandato in prestito a giocare per far sbocciare il suo talento.

Emanuele Giulianelli
@EmaGiulianelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Su “La bottega del calciofilo” vi avevo anticipato la notizia già a settembre: http://labottegadelcalciofilo.com/2013/09/13/radonjic-prossimo-colpo-della-roma/

Navigazione articolo